Perché Cina e Giappone si sono isolati dal commercio europeo?

Answers

05/19/2021
Archangel

Non posso parlare per il Giappone.

Tuttavia, che la Cina si è "isolata" dal commercio "europeo" è un po 'un mito. Prima di tutto, "isolare" significa cosa? E in secondo luogo, "commercio europeo" significa cosa? Il più delle volte, questa nozione di "isolamento" deriva da editti imperiali che vietavano il commercio con paesi stranieri. A un certo punto c'era sicuramente il divieto di commerciare con il Giappone, perché i giapponesi erano un gruppo di pirati, che erano soliti saccheggiare i villaggi costieri. Ma quando ciò accadde, gli europei presero il posto di intermediari nelle Filippine, dove c'era una grande colonia di commercianti cinesi. E ciò che l'Imperatore ordinò, dalla lontana capitale di Pechino, non poteva essere attuato nei porti costieri come Guangzhou, che vivevano da sempre dal commercio con l'estero. Quindi i locali hanno appena trovato la soluzione, il più delle volte con l'aiuto di funzionari locali.

Quando ci fu la guerra dell'oppio, ciò che fu proibito fu specificamente la vendita di oppio, non il commercio stesso. Fino ad allora, gli inglesi stavano facendo ottimi affari comportandosi come spacciatori.

Se studi la storia del commercio, scoprirai che ogni paese aveva delle restrizioni. La Spagna proteggeva ferocemente i suoi interessi e proibiva a chiunque di commerciare nei propri porti. Nessuno poteva andare nelle sue colonie americane se non fosse spagnolo e su una nave spagnola. Quindi diciamo che la Spagna si è "isolata" dal commercio europeo? Quando Francesco Carlotti, che era un commerciante italiano e viaggiò per il mondo intorno al 1600, ma su navi spagnole, e finì a Macao, che era sotto il controllo portoghese, dovette nascondersi per paura di essere arrestato. Questo era un affare serio.

Infine, vi è la questione di ciò che gli europei dovevano vendere di cui i cinesi avevano bisogno. E la risposta è praticamente nulla. D'altra parte, gli europei volevano tè, porcellana, seta. L'unico modo per pagarlo era con l'argento, che mancava in Cina, e abbondante in Sud America e Messico, quindi il commercio molto attivo nelle Filippine con gli spagnoli di Acapulco, che incontrava i commercianti cinesi provenienti principalmente dal Guangdong e Fujian.

Quindi no, la Cina non è mai stata "isolata" dal commercio con l'estero. Ciò che ha impedito sono stati gli stranieri di entrare nel paese senza permesso, e così limitato i commerci ai porti sulla costa. Questo è stato visto come un problema di sicurezza nazionale. Ma di nuovo, penso che in quel momento potresti trovare restrizioni simili da molti altri paesi. Era solo frustrante per gli europei che erano abituati a bombardare e desideravano disperatamente l'accesso al grande mercato cinese. Non è cambiato molto, eh?

Reichert
Sei libero di usarli nelle tue opere. Sì, orchi inclusi - Tolkien ottenne il nome "orco" dall'italiano "orco", inglese antico "orcneas" (entrambi significano "mostro") e successivamente "orco" inglese (che significa "un mostro marino"). I riferimenti a "orco" che significa semplicemente "mostro" risalgono al 16 ° s...

Lascia la tua risposta