Se avessi 10 milioni di penny, varrebbe la pena spenderli e scambiarli in banca?

Answers

10/18/2021
Hilda Havir

Le tue opzioni principali sono:

  • Vendili per rottami.
  • Alimentali in una macchina "coinstar" dal sacco.
  • Rotolali, probabilmente vale la pena investire in una macchina per aiutare. *

Innanzitutto, per l'opzione più semplice, vendendoli per rottami.

Ci sono circa 10.5 miliardi di penny in circolazione nel Regno Unito, sono passati dall'essere bronzo all'acciaio e allo zinco nel 1992 e sono prodotti in media a circa 400,000,000 all'anno. A 28 anni di 400,000 all'anno, ciò significa che circa 11 miliardi dei nuovi tipi di penny sono stati coniati. Supponendo che i due tipi lascino la circolazione approssimativamente alla stessa velocità, tenendo conto che c'è stato più tempo per i vecchi penny a lasciare la circolazione, e supponendo che ci fossero circa lo stesso numero di penny nel 1992 di oggi, quindi possiamo aspettarci circa Il 30% dei penny deve essere più vecchio del 1992. **

Ciò significa che abbiamo 3 milioni di penny in bronzo e 7 milioni di penny in acciaio-zinco, entrambi dei quali pesano 3.56 grammi, quest'ultimo tipo da acciaio 95: 5 a zinco. Eseguendo la matematica, questo ci dà 10,680 kg di bronzo, 23,674 kg di acciaio e 1,246 kg di zinco.

Ai prezzi attuali, il bronzo vale circa £ 3.10 al Kg, acciaio £ 0.16 al Kg e zinco £ 1.80 al Kg. Questo significa che abbiamo £ 38,448 di bronzo, £ 3,787 di acciaio e £ 2,243 di zinco, dandoci un totale di £ 44,478 di rottami metallici.

Quindi, senza dedicare alcun lavoro reale, potremmo rivendicare circa il 45% del valore nominale delle monete.

In secondo luogo, coinstar.

Queste macchine impiegano circa il 12% del valore, ma potresti alimentare facilmente circa 10,000 monete in una ogni ora, il che significa che ci sarebbero circa 1000 ore di lavoro per versare le monete. Aggiungi altre 100 ore per individuare e raggiungere le macchine , poiché probabilmente ne riempirai molti, e supponendo che valuti il ​​tuo tempo a circa £ 10 all'ora (e / o potresti impiegare altri a svolgere lavori manuali a questo ritmo), avrai un "costo del tempo" di circa £ 11,000 , un ulteriore 11% del valore delle monete.

Quindi, alimentandoli in una macchina a gettoni, tenendo conto del costo del tempo, potremmo rivendicare circa il 77% del valore nominale delle monete.

Finalmente la banca.

Ovviamente la banca ti offrirà l'intero valore nominale delle monete, ma a meno che tu non riesca a convincerle ad accettarle a peso, che ai fini di questa domanda suppongo che non puoi, quindi devi rotolarle tu stesso.

Da quello che posso trovare, una smistatrice di monete e un laminatoio che costano £ 70 possono ordinare poco più di 300 monete al minuto, o 18,000 monete all'ora. Supponendo che una persona possa lavorare cinque macchine contemporaneamente, riempiendo e svuotando manualmente le macchine, ciò significa che potresti ordinare 90,000 monete all'ora, il che significa che l'intero processo richiederà circa 110 ore se lo fai con cinque macchine, aggiungendone altre 20 ore per trasportare le monete in banca. Facendo lo stesso presupposto dei costi, ciò significa che c'è un costo di £ 1,300, oltre a un costo di £ 350 per le macchine.

Quindi, facendo rotolare le monete da soli e portandole in banca, tenendo conto del costo del tempo, potremmo rivendicare circa il 98.5% del valore nominale delle monete.

In conclusione, sì, rotolare le monete e portarle in banca varrebbe sicuramente la pena.

* In Gran Bretagna di solito metti i penny in sacchi da 50 prima che vengano pesati dalla banca, ma dato che la domanda si pone sul rotolamento, suppongo che; Ho scelto di usare i penny britannici per il resto della risposta perché trovare informazioni precise su di essi era più facile e altre risposte hanno già fornito informazioni sulle monete americane.

** Se avessi avuto un numero sufficiente di penny a portata di mano, avrei semplicemente contato un campione di circa 200 e applicato un magnete su di essi per capire quanti sono in realtà prima del 1992.

Zobe
Credo che ci siano due posizioni di Trader Joe in New Jersey che vendono vino. Uno è a Westfield, l'altro a Princeton. Ciò è dovuto alla legge NJ che consente a un'azienda di avere solo 2 punti vendita per l'alcol. È interessante notare che altre località vendono birra però....

Lascia la tua risposta